0

Registration key android Open Source Project

I downloaded a version of Microsoft Project from CNET. On close inspection (a magnifying glass may be. Norton antivirus 2020 license key. It keeps asking for a product key which I do not have. Others keys for you Microsoft Office 2020 Professional Plus Product Key.

1

Free zip, Unzip, and Share Files with Winzip Products

Microsoft Office Product Key Serial Key Work on All office Professional, MS Office, Microsoft Word, Office Enterprise, Microsoft Office Home and Student Product Key Latest Free For Windows Xp, 7, 8, and These Product Key, Activation Key and Serial Key working on all Operating system of 32 Bit and 64 [HOST]: Productkeyslist. Office Professional, Office Home & Student, Office Standard, Office Small Business are all available for free download from Microsoft. It is the most commonly used software application. Wondershare data recovery software with crack https://translate-centre.ru/forum/?download=7413. Pixarra TwistedBrush Pro Studio 23.06 IObit Driver Booster 8.1.

  • Opentaps open source ERP+CRM / List opentaps-crmcommits
  • 2020: Product keys for Autodesk products
  • [Official & Latest] EaseUS Data Recovery Wizard Key 13.5
  • Kaspersky Internet Security Key 2020 & Free KIS Key 2020
  • Microsoft Office 365 Product Key Full Crack 2020 Full
  • Microsoft Office Professional Plus 2020 Product Key Free 2020
  • (100% Working)Free Microsoft Office 2020 Product Key in 2020
  • Microsoft office 365 Product Key 100% Working: Features
2

Microsoft Office 2020 Product Key 2020 [100% Working]

Artisteer 4 2 cracks. In a single package, you can experience all the things. You will not be able to go ahead further without entering a valid key. Including Free Nulled And Cloned Webpage Scripts. Debut video capture crack keygen https://translate-centre.ru/forum/?download=6490.

Find the Lowest Car Insurance Quotes Here Online

Prevent Stand-Alone License Errors; Need Help? You can activate your copy without ever having to provide a serial number. You can run your Office programs up to 25 times before you're required to enter a Product Key. Video Downloader 4.13 Activation Key 4K Video Downloader 4.13.4 Crack is software designed for downloading videos from the internet, as the name states itself. Serial Key permits the user to schedule downloads.

3

Free Download DriverDoc Serial Number and License Key

Counter strike source material hack https://translate-centre.ru/forum/?download=7172. Microsoft office 2020 full crack vn-zoom full article. Microsoft Office 365 Pro Plus Product Key KDVQM-HMNFJ. I give you trial product but once you are satisfied and you have enough money, I highly recommend you to buy Microsoft Office 2020 Product Key to support the developers.

CodeHS - Teach Coding and Computer Science at Your School

Computers that have Microsoft 365 Apps installed occasionally need to send data. Microsoft Office 2020 Product. Marianos castillo supra key get more information. To begin generating Windows 10 product keys simply use the integrated key generator below. Winzip is the world's leading zip utility for file compression, encryption, sharing, and backup.

4
  • 4K Video Downloader 4.13.4.3930 Crack + License Key is Here
  • Hackers - Microsoft Office 365 Pro Plus Product Key
  • Microsoft Office 2020 Product Key Working with Review and
  • Microsoft Office 2020 Product Key for Permanent Activation
  • Hack Crackty: Serial Key For MS Office 365
  • Microsoft Office - versione completa
  • WinZip for Windows, Mac and Mobile - Zip Files, Unzip Files
  • Avast Premier 2020 Free License key and Activation Code
  • Best Auto Insurance Comparison Tool - wisconsin car
  • Microsoft Office 2020 Product Key and Simple Activation

Seriali validi per Office 2020 - Mirco B

You'll use your Microsoft account for everything you do with Microsoft 365 or Office. The Internet is full of video downloader software each with unique abilities, or at least they state that they have a unique ability. Mekaran 26 December 2020 at 01: 24. This product key label is a white label that accompanies the installation CD/DVD/USB and Certificate of Authenticity (COA) for a product and contains a 25 character product key. Lecture notes apk crack https://translate-centre.ru/forum/?download=5577.

5

Serial number microsoft Office 2020 Product Key Free for You

And there are only 3 places where you can do it. In the first case, any key will work for sure, even a compromised one. Entering an incorrect product key will result in activation errors for that product. Are you tired of searching to get free Windows 10 product key? The points are basic and helpful. To be able to get the most out of it and use it without complications, it is necessary to validate it with an official license or to look for other.

Activation Codes – Get Product Code

6

Serial key xiuang! WWX.Net SWS: //www.perennialplant.review/cotyledon

After providing the product key, Microsoft will try to verify its authenticity, after which it will either accept or reject the key. Come rendere libero Office senza key e keygen su Windows 7 Active microsoft office professional free windows 7 64 bit NO serial Come attivare product key windows 7 GRATIS. Codice product key office 2020 gratis. Microsoft Office Enterprise (Product key) 48 % Microsoft Office Professional Product Key. J3QMF-FB7TM-GR3XT-QPFKX-CX4K8 3W3MQ-H7M6X-3WYP7-TPCH6-8G8T2 MKCGC-FBXRX-BMJX6-F3Q8C-2QC6P 2KKDC-67TT9-4XT2F-2MG99-B9HB6 MD6VB-X9MVK-K94YP-JXBPJ-C2HGK 6TX3V-WRDJ6-JC34X-BDDPV-6F3PB.

Windows 10 Product Key Generator 2020 – Get Product Code

Microsoft Office Professional Plus 2020 Product Key does need any introduction. Vietkey 2020 full crack antivirus. Microsoft office 365 product key is the activation key for the MS office 365. Microsoft Office Product Key Working Serial Key For Microsoft Office Enterprise, Office Home and Student, Office Ultimate, MS Office, and Office Professional these Product Key, Serial Key, Activation Key of Office in all Operating [HOST]: False. One of our domain experts will have a price to you within 24 business hours.

7

Tonalpohualli & Xiuhpohualli correlations, Xiuhnelpilli / Xiuhmolpilli & distinction between Earth & Sun Creation dates

I would like to know which correlation of the Tonalpohualli (260 days cycle) & Xiuhpohualli (360 + 5 days cycle) you generally use, which is the most accepted, and especially the most accurate in relation to that used by the Mexica & other Nahua groups.
In The Ritual Practice of Time: Philosophy & Sociopolitics of Mesoamerican Calendars (p. 255), Lars Kirkhusmo Pharo, based on Rafael Tena, exposes some dates considered to have been years when the Xiuhmolpilli (or Xiuhnelpilli - Tena defends this term as more accurate in his El Calendario Mexica y la cronografia) year bundle / new fire celebration was held by the Mexica (here Pharo refer to them as "Aztecs", and includes other Nahua groups besides the Tenochca / Mexica, as such dates start as early as in 1090, a time during the migration when Tenochtitlán hasn't been founded yet, and cites Tena who ascribes the location of the earliest of such celebrations to have taken place in either Teocolhuacan, Acahualtzinco or Tlallixco. There are sources trying to deduce exact years for the events of the Mexica migration & presence in the Texcoco Valley before the founding of Tenochtitlán, but these sources conflict with each other, I'm not sure if there's a consensus for when the Mexica migration started in first place, I welcome clarifications on the matter).
Those dates start in 1090 (a Ce Tochtli year according to Tena) but in 1351 start to be celebrated in a Ome Acatl year, stating it as a product of a "Calendar reform" (which I'll address eventually). In Historia de los mexicanos por sus pinturas, the date of the creation of the Fifth Sun Era in Nahua cosmology was a Ce Tochtli though it also states that Tezcatlipoca made the fire in Ome Acatl, and Pharo argues that the creation of the earth (space) is distinguished from the creation of the quintessential heavenly bodies (Sun & Moon), what would justify this difference (Emily Umberger maintains that the Sun was actually created in a Mahtlactli-Omeyi Acatl 13 Reed, based on the Annales de Cuauhtitlan's distinction between the Earth & Sun Creations). Tena lists nine 52 year new fire ceremonies mentioned in Nahua written sources:

  1. Ce Tochtli 1090 in Teocolhuacan, Acahualtzinco or Tlallixco
  2. Ce Tochtli 1145 in Coatepec
  3. Ce Tochtli 1194 in Huitzcol Apazco
  4. Ce Tochtli 1246 in Tecpayocan
  5. Ce Tochtli 1298 in Chapultepec
  6. Ome Acatl 1351 in Tenochtitlán
  7. Ome Acatl 1403 in Tenochtitlán
  8. Ome Acatl 1455 in Huixachtitlán
  9. Ome Acatl 1507 in Huixachtitlán

Additionally, in Utopia and History in Mexico: The first chroniclers of Mexican civilization (1520 - 1569) Georges Baudot argues that there are indications in early colonial Spanis missionary sources that the Texcocoan, Mexica & Tlaxcaltecan Nahua began the 52 year calendar in a Ce Acatl and Moctezuma Ilhuicamina (reigned 1440 - 1469) led a calendar reform which changed it to Ce Tochtli.

I would like to know if there's a reliable, and accurate (not necessarily "factual" but "most accurate") source for something like the earliest Nahua celebration of the New Fire and especially something like the year in which the Fifth Sun was created according to Nahua cosmology (whether before or after a possible calendar reform by the Mexica, also if such a reform existed, when it happened, and whether or not it encompassed the domains of Tenochtitlán or also other Nahua groups - If I recall other authors propose that Itzcoatl [Moctezuma's predecessor, reigned 1427 - 1440, one of the founders of the Triple Alliance] or the cihuacoatl Tlacaelel led to several reforms in Nahua religion & politics after the fall of Azcapotzalco in 1427-8. Did changes in the calendar happen as well, and if they did, are there reliable sources which point it?) Also, I know the Tonalpohualli & Xiuhpohualli come directly from an older Mesoamerican tradition found among at least the Pre-Classic Maya, and has also been adopted by the Ñuù Dzahui / Mixtecs of Oaxaca, who also are the source of the "Mixtec styled" amoxtin / codices which aesthetics the Nahua from Central Mexico adopted in their own amoxtin (including the divinatory category of those documents, which might mean their calendar as well). Are there extant sources on whether or not the Ñuù Dzahui also celebrated something like the New Fire Ceremony (in the early Post-Classic, for example, around the time of Iya Nacuaa Teyusi Ñaña / 8 Deer Jaguar Claw)?

Now into the next topic, the correlation of the Tonalpohualli & Xiuhpohualli with the Gregorian calendar, I know a popular correlation is that of Alfonso Caso (plus Nicholson's veintena alignment, as in Aztec calendar dot com), though there's still Tena's correlation as well (also based on Caso), and some time ago there was an ongoing discussion proposing Ruben Ochoa's correlation which allegedly is based on an earlier correlation by Zelia Nuttall. So I'd like to know which is more accurate in relation not only to the Mexica, but the Nahua in general (assuming the Mexica carried out calendar reforms in a later point). Thanks in advance!
Note: I'm not a history, archaeology or anthropology student (an enthusiast though), my study of pre-Hispanic Mesoamerican cultures and history in general stem from a personal interest instead of an academical one, though I'm familiar with available academical literature.
submitted by itzamahel to mesoamerica

Storia

Vai a... Home / Articoli / Governo / Militare / L'onda del triangolo volante del Belgio
Triangolo volante del Belgio Postato da: Antonio Huneeus agosto 26, 2020 0
Trent'anni fa, migliaia di cittadini belgi riferirono di piattaforme misteriose che volavano silenziosamente sui tetti. La Royal Belgian Air Force è stata coinvolta e ha collaborato pienamente con gli investigatori civili. Ad oggi, tuttavia, le origini di queste imbarcazioni rimangono sconosciute.
È difficile trasmettere l'eccitazione causata dall'ondata UFO belga se non stavi seguendo le notizie sugli UFO nel 1989 e all'inizio degli anni '90. All'epoca non mancavano i rapporti sugli UFO e l'interesse per il fenomeno era alto. Gli avvistamenti e le foto da Gulf Breeze, in Florida, hanno dominato la scena americana, i rapporti selvaggi sugli UFO e le storie provenienti dalla vecchia Unione Sovietica hanno ricevuto un'enorme attenzione dei media internazionali e l'ondata di video messicani è decollata nel 1991. Eppure l'ondata belga sembrava avere la meglio tutte queste storie per un po '. I rapporti di questo piccolo paese, quartier generale sia della Commissione europea che della NATO, hanno ricevuto una copertura senza precedenti, arrivando persino alla prima pagina del Wall Street Journal il 10 ottobre 1990, con una storia intitolata "Belgium Scientists Seriously Pursue A Triangular UFO . "
Il classico UFO di forma triangolare descritto da centinaia di testimoni oculari durante l'ondata belga: schizzo del testimone utilizzato per creare la ricostruzione dell'oggetto visto all'inizio della storia. Credito: SOBEPS
Molte erano le ragioni dell'interesse generato dall'ondata belga. Uno era la qualità delle relazioni stesse, la maggior parte delle quali sono state registrate nella regione francofona della Vallonia. Non ci sono stati atterraggi o avvistamenti umanoidi, ma molti avvistamenti dettagliati di più testimoni di piattaforme volanti che si muovevano lentamente e silenziosamente sopra i tetti. Le forme variavano, ma la forma predominante era l'artigianato triangolare oa forma di delta. Alcune delle descrizioni erano così precise che le spiegazioni tradizionali di fenomeni naturali identificati erroneamente o di aerei convenzionali erano escluse. Invece, i caccia stealth e altri aerei militari segreti statunitensi sono diventati le spiegazioni preferite suggerite dagli scettici, ma sono state rapidamente escluse dalla Royal Belgian Air Force (RBAF). Un altro motivo per l'importanza dell'onda è che è stata attentamente studiata e documentata da un'organizzazione UFO locale chiamata SOBEPS (società belga per lo studio dei fenomeni spaziali).
SOBEPS è stata fondata nel 1971 da Lucien Clerebaut, Michel Bougard e altri, e ha costituito un piccolo ma altamente dedicato gruppo di investigatori sul campo. Alla fine dell'ondata nel 1993, SOBEPS aveva raccolto oltre duemila rapporti di testimoni oculari comprendenti ventimila pagine, quattrocento ore di registrazioni audio e seicento indagini complete. Cinquecentoquaranta casi sono rimasti inspiegabili. SOBEPS ha avuto anche l'assistenza di scienziati di prim'ordine, tra cui Léon Brenig, un teorico delle dinamiche non lineari presso la Libera Università di Bruxelles, e il professor Auguste Meessen, un fisico dell'Università Cattolica di Lovanio. Per quanto riguarda il suo lavoro con SOBEPS, il dottor Brenig ha detto, "questa è un'opportunità in cui possiamo applicare il metodo scientifico". Lo stesso Brenig divenne un testimone del cosiddetto triangolo belga durante la guida nelle Ardenne il 18 marzo 1990. L'intero dossier fu infine pubblicato da SOPEPS in due enormi volumi, cinquecento pagine ciascuno, dal titolo Vague d'OVNI sur la Belgique ( UFO Wave ver Belgium), pubblicati rispettivamente nel 1991 e nel 1994. A causa di difficoltà finanziarie, SOBEPS si è sciolta il 31 dicembre 2007, ma alcuni dei suoi membri hanno formato una nuova organizzazione più piccola chiamata COBEPS (comitato belga per lo studio dei fenomeni spaziali) per preservare gli archivi e il lavoro svolto per trentasei anni.
I due volumi pubblicati da SOBEPS intitolati "UFO Wave Over Belgium". Credito: SOBEPS
Un elemento finale e chiave nella credibilità dell'onda UFO belga è stata la partecipazione e la convalida da parte della RBAF, che ha mostrato un insolito grado di apertura. Quando l'ondata belga ha preso piede, il ministero della Difesa belga è stato sommerso dalle domande del pubblico e dei media. Il compito ricadde sul capo delle operazioni dell'aeronautica militare, il colonnello Wilfried De Brouwer, che fu successivamente promosso a maggiore generale e vice capo della RBAF. Ora in pensione dal servizio, il generale De Brouwer ha continuato a parlare dell'onda. È stato uno dei tanti funzionari internazionali intervenuti al famoso evento al National Press Club (NPC) di Washington, DC, nel novembre 2007, organizzato dal regista James Fox e dalla giornalista Leslie Kean. "L'onda UFO belga è stata eccezionale e l'aviazione non è riuscita a identificare la natura, l'origine e le intenzioni dei fenomeni segnalati", ha detto De Brouwer all'NPC. Ha anche tenuto una presentazione dettagliata sull'onda al MUFON International UFO Symposium a San Jose, in California, nel luglio 2008, ed è stato uno dei cinque generali a scrivere un saggio nel nuovo libro di Leslie Kean, UFOs: Generals, Pilots, and Government Officials Vai nel registro.
Sebbene la RBAF abbia lanciato i jet in tre occasioni durante l'ondata, il generale De Brouwer ha spiegato in varie occasioni che non avevano la forza lavoro o le risorse per avviare un'indagine a tutti gli effetti per conto proprio, così invece hanno preso la via insolita di cooperare pienamente con SOBEPS. I dati radar sono stati inviati al Prof. Meessen per l'analisi e il generale De Brouwer ha accettato di scrivere il postface per il primo volume di SOBEPS quando era ancora in servizio. "Devo riconoscere che ho un po 'esitato quando SOBEPS mi ha chiesto di contribuire con la mia parte a questo libro", ha scritto. “In effetti, non sono uno specialista di UFO e, inoltre, è abbastanza delicato per qualcuno che occupa una funzione ufficiale mettere su carta le sue idee personali su una questione così controversa. Tuttavia, ritengo che non sarei stato onesto nei confronti dei SOBEPS se avessi rifiutato. L'aeronautica ha sempre giocato un gioco leale su questo argomento e considero questo postface un elemento complementare all'eccezionale file scritto dal popolo di SOBEPS ".
L'INCIDENTE EUPEN
Sebbene alcuni avvistamenti siano stati segnalati nell'ottobre 1989, il primo incidente importante dell'ondata belga si è verificato un mese dopo, il 29 novembre, intorno alla piccola città di Eupen, che si trova in una regione del Belgio vicino al confine tedesco. Questo caso iniziale ha messo sulla mappa il cosiddetto "triangolo belga" e ha portato all'inizio del coinvolgimento della RBAF. Ci furono avvistamenti sia diurni che notturni, sebbene questi ultimi fossero più lunghi e dettagliati. Il generale De Brouwer ha spiegato nel suo saggio per il libro di Leslie Kean, "un totale di settanta avvistamenti segnalati effettuati il ​​29 novembre sono stati completamente indagati e nessuno di questi avvistamenti poteva essere spiegato dalla tecnologia convenzionale. Il team di investigatori e io stimiamo che circa millecinquecento persone devono aver visto il fenomeno in più di settanta luoghi diversi da diverse angolazioni durante questo pomeriggio e la sera ". C'erano un totale di tredici gendarmi (poliziotti) che hanno visto l'UFO da otto diverse località intorno a Eupen. Il Prof. Meessen ha riassunto il caso nel libro di SOBEPS:
Il 29 novembre 1989, una grande imbarcazione di forma triangolare ha sorvolato la città di Eupen. I gendarmi von Montigny e Nicol lo trovarono vicino alla strada che collega Aix-la-Chapelle ed Eupen. Era fermo nell'aria, sopra un campo che illuminava con tre potenti raggi. I raggi provenivano da grandi superfici circolari vicino agli angoli del triangolo. Al centro della sottostruttura scura e piatta c'era una sorta di "faro rotante rosso". L'oggetto non ha prodotto alcun rumore. Quando ha iniziato a muoversi, i gendarmi si sono diretti verso una piccola strada nella zona sulla quale si aspettavano che l'oggetto volasse. Invece ha fatto un mezzo giro e ha proseguito lentamente in direzione di Eupen, seguendo la strada a bassa quota. È stato visto da diversi testimoni mentre volava sopra le case e vicino al municipio.
Nella sua conferenza MUFON del 2008, il generale De Brouwer ha fornito ulteriori dettagli su questo avvistamento: “L'UAP [Unidentified Aerial Phenomenon] ha emesso ripetutamente e simultaneamente due fasci di luce rossa con una sfera di luce rossa sulla punta di lancia del raggio. Successivamente, le palline rosse sono tornate sul velivolo. " Apparentemente c'era anche un secondo velivolo triangolare, che ha effettuato "una manovra di inclinazione in avanti, esponendo il lato superiore della fusoliera", ha continuato De Brouwer. “Loro [i gendarmi] hanno visto una cupola con finestre rettangolari, illuminate all'interno. Poi è scomparso a nord. " Altri due gendarmi videro uno dei velivoli di un monastero vicino; "Uno è attualmente il capo della polizia in quella zona, era spaventato a morte", ha aggiunto De Brouwer.
Grafico statistico degli avvistamenti belgi tra ottobre 1989 e settembre 1990, con picchi nel periodo novembre-dicembre e un secondo in aprile. Credito: SOBEPS
L'incidente di Eupen fu seguito da molti altri avvistamenti UFO, compresi diversi riportati l'11 dicembre 1989. Uno dei testimoni quella sera era un conoscente personale del generale De Brouwer, il colonnello André Amond, un ingegnere civile dell'esercito belga. Il Col. Armond ha lavorato accanto al generale De Brouwer e ha scritto un rapporto dettagliato per il Ministero della Difesa. Il colonnello Armond stava guidando con sua moglie intorno alle 18:45, quando hanno notato uno strano oggetto con luci rosse lampeggianti. Hanno fermato la macchina e sono scesi per vederla meglio. "All'improvviso, hanno visto un riflettore gigante, circa il doppio della dimensione della luna piena, che si è avvicinato a una distanza stimata di 100 metri", ha scritto De Brouwer, aggiungendo che "la moglie del colonnello era spaventata e ha chiesto di andarsene". Nel suo rapporto al Ministero, Armond "ha accertato che questo velivolo non era un ologramma, un elicottero, un aereo militare, un pallone, un ultraleggero motorizzato o qualsiasi altro veicolo aereo noto".
Varie forme sono state riportate in tutta l'onda, comprese rotonde, rettangolari ea forma di sigaro, ma la maggior parte erano oggetti triangolari. Il generale De Brouwer osserva che le differenze potrebbero essere dovute anche agli angoli di visione dei testimoni oculari. Il ricercatore Marc Valckenaers ha elencato alcune delle caratteristiche degli UFO nel secondo volume di SOBEPS sull'onda, tra cui: spostamento irregolare (zig-zag, cambio istantaneo di traiettoria, ecc.), Spostamento che segue i contorni del terreno; velocità variabili di spostamento (incluso movimento molto lento), volo stazionario (hovering), sorvolo di centri urbani e industriali ed effetti sonori (debole ronzio al silenzio totale).
Ricostruzione dell'incredibile piattaforma volante rettangolare vista da due operai il 22 aprile 1990, descritta come "una portaerei capovolta". Credito: SOBEPS
Uno dei rapporti più strani è venuto da due operai della città di Basècles, a sud-ovest di Bruxelles, che hanno visto un'enorme piattaforma volante trapezoidale (330 x 200 piedi) poco prima della mezzanotte del 22 aprile 1990. L'oggetto si muoveva lentamente e silenziosamente, coprendo l'intero cortile della fabbrica. Nel rapporto SOBEPS, gli operai della fabbrica hanno descritto l'UFO come "una portaerei capovolta". Nonostante la qualità fantascientifica di questo avvistamento, un rapporto quasi identico fu presentato quasi un anno dopo, il 15 marzo 1991, da un ingegnere elettronico ad Auderghem, vicino a Bruxelles, che si svegliò nel cuore della notte quando “sentì un fischio ad alta frequenza appena udibile. Ha guardato fuori dalla finestra e ha visto una grande imbarcazione rettangolare a bassissima quota con strutture irregolari sul fondo ", ha scritto il generale De Brouwer.
Una caratteristica dell'onda belga era quanto vicini gli oggetti volavano sopra i tetti, come mostrato con questa piattaforma rettangolare volante. Credito: SOBEPS
Un'altra vista della piattaforma volante rettangolare sopra il tetto e schizzo che mostra dove l'ha vista il testimone. Credito: SOBEPS
L'EPISODIO DI SCRAMBLE DELL'F-16
Se gli avvistamenti di testimoni multipli di Eupen del novembre 1989 hanno innescato l'ondata belga, l'incidente del caccia a reazione durante la notte del 30 marzo 1990 ha segnato il picco dell'interesse pubblico e della copertura mediatica globale. L'aeronautica militare belga aveva decentrato i jet in due precedenti occasioni senza risultati positivi. La corsa del 5 dicembre 1989 non ebbe successo; quando il jet ha raggiunto il cielo, l'UFO era sparito. Inoltre, il caso del 16 dicembre 1989 si è rivelato un falso allarme; le autorità hanno rapidamente stabilito che si trattava di una proiezione laser riflessa da uno strato di nuvole. A seguito di questi due fiaschi, la RBAF ha implementato una nuova politica in base alla quale i jet sarebbero stati lanciati solo quando un avvistamento sarebbe stato rilevato sul radar e sarebbe stato visivamente confermato a terra dalla polizia.
Il team SOBEPS in visita alla struttura radar della Royal Belgian Air Force a Glons: nel gruppo centrale, a sinistra, il presidente della Società Lucien Clerebaut e a destra, il fisico Prof. Auguste Meessen, accanto all'ufficiale militare. Credito: SOBEPS
Come riportato in un rapporto preliminare preparato dal maggiore P. Lambrechts della RBAF, intitolato "Rapporto sull'osservazione degli UFO durante la notte dal 30 al 31 marzo 1990", l'incidente iniziò alle 22:50. il 30 marzo, quando la gendarmeria ha telefonato al "controllore principale a Glons" del radar per segnalare "tre luci insolite che formano un triangolo equilatero". Altri gendarmi hanno confermato le luci. Quando la struttura NATO a Semmerzake ha rilevato un obiettivo sconosciuto alle 23:49, è stata presa la decisione di rimescolare due caccia F-16. I jet sono decollati alle 12:05 da Beauvechain, la base aerea più vicina, e hanno volato per poco più di un'ora. Secondo il rapporto del maggiore Lambrechts:
L'aereo ha avuto brevi contatti radar in diverse occasioni, [ma i piloti] ... in nessun momento hanno stabilito un contatto visivo con gli UFO ... ogni volta che i piloti sono stati in grado di fissare un aggancio su uno degli obiettivi per pochi secondi, si è verificato un drastico cambiamento nel comportamento dei bersagli rilevati ... [Durante il primo aggancio alle 00:13] la loro velocità è cambiata in un tempo minimo da 150 a 970 nodi [da 170 a 1.100 mph] e da 9.000 a 5.000 piedi, tornando poi a 11.000 piedi per cambiare di nuovo per avvicinarsi al livello del suolo.
Quando il Col. De Brouwer ha mostrato le immagini radar computerizzate dell'UFO tracciato dal sistema radar di bordo F-16 in una conferenza stampa al Ministero della Difesa l'11 luglio 1990, i media internazionali sono entrati in delirio. Sono state rilasciate anche trascrizioni delle comunicazioni radio tra i piloti di caccia, il capitano Yves Meelbergs, il tenente Rudy Verrijt e il Glons Control Reporting Center vicino a Liegi, che hanno fornito alcuni momenti drammatici. Le trascrizioni dipingono un'immagine dei jet che inseguono echi radar fantasma che appaiono e scompaiono e poi riappaiono di nuovo, ma in nessun momento i piloti sono in grado di stabilire un contatto visivo con i presunti oggetti. L'Electronic War Centre (EWC) belga alla fine ha intrapreso un'analisi tecnica dettagliata dei nastri radar computerizzati F-16, completata dal Col. Salmon e dal fisico M. Gilmard nel 1992, e successivamente rivista dal Prof. Meessen.
Un caccia F-16 della Royal Belgian Air Force come quelli si è arrampicato nella notte tra il 30 e il 31 marzo 1990. Credito: Bernard Thouanel
Sebbene alcuni aspetti di questo caso rimangano ancora inspiegabili, Meessen e SOBEPS hanno accettato l'ipotesi di Gilmard-Salmon che la maggior parte dei contatti radar fossero in realtà echi causati da un raro fenomeno meteorologico. Ciò è diventato evidente in quattro lock-on, ha spiegato Meessen, “dove l'oggetto è disceso a terra con calcoli che mostravano un'altitudine negativa…. Era evidentemente impossibile che un oggetto potesse penetrare nel terreno, ma era possibile che il terreno potesse fungere da specchio ". Meessen ha spiegato come le alte velocità misurate dal radar Doppler dei caccia F-16 potrebbero derivare da effetti di interferenza. Ha sottolineato, tuttavia, che c'era un'altra traccia radar per la quale non vi è alcuna spiegazione fino ad oggi. Per quanto riguarda gli avvistamenti visivi di questo evento da parte dei gendarmi e altri, Meessen ha suggerito che potrebbero essere stati causati da stelle viste in condizioni di "rifrazione atmosferica eccezionale".
Un fotogramma del sistema radar di bordo dell'F-16 che mostra l'aggancio degli UFO durante l'episodio di scramble del marzo 1990, mostrato dalla RBAF in una famosa conferenza stampa nel luglio 1990. Credito: RBAF / Bernard Thouanel
In un'intervista telefonica del 1995, il generale De Brouwer ha riassunto le sue riflessioni su questo caso complesso: “Cerchiamo sempre possibilità che possano causare errori nei sistemi radar. Non possiamo escludere che ci siano state interferenze elettromagnetiche, ma ovviamente non possiamo escludere la possibilità che ci fossero oggetti nell'aria. In almeno un'occasione c'è stata una correlazione tra i contatti radar di un radar a terra e un caccia F-16. Ciò indebolisce la teoria secondo cui tutti i contatti radar sono stati causati da interferenze elettromagnetiche. Se aggiungiamo tutte le possibilità, la domanda è ancora aperta, quindi non c'è una risposta definitiva ". De Brouwer ha preso una visione più distaccata dell'episodio di scramble dell'F-16, tuttavia, nella sua conferenza MUFON del 2008 e nel suo saggio del 2010 incluso nel libro di Kean: "La conclusione dell'Air Force, quindi, era che le prove erano insufficienti per dimostrare che c'erano vere imbarcazioni nell'aria in quell'occasione. "
LA FOTO DI PETIT-RECHAIN
La famosa diapositiva a colori del triangolo belga fotografata a Petit-Rechain all'inizio di aprile 1990. Credito: © Guy Mossay / SOFAM
Raramente il vecchio detto secondo cui un'immagine vale più di mille parole diventa più vero che nel caso della straordinaria fotografia di un triangolo volante scattata nella piccola città di Petit-Rechain nell'aprile 1990. Questa diapositiva a colori è diventata il simbolo emblematico del Onda UFO belga. È stato pubblicato e trasmesso in programmi televisivi di tutto il mondo, e compare sulla copertina dei due volumi SOBEPS sull'onda belga. È anche una delle foto di UFO più analizzate nella storia dell'ufologia. Durante il mio viaggio a Bruxelles nel 1995, ho avuto l'opportunità di parlare a lungo con Patrick Ferryn, l'investigatore che inizialmente ha studiato il caso e ha scritto il capitolo al riguardo nel libro SOBEPS. Ferryn mi ha fornito copie della foto e campioni di miglioramenti al computer realizzati da Marc Acheroy, professore di elettricità alla Royal Military School, dove l'immagine è stata analizzata dal Signal Treatment Center. I dettagli di come è stata scattata la foto sono abbastanza semplici e diretti.
Il fotografo, P.M. (che vuole la privacy, ma ha collaborato pienamente con SOBEPS), era un operaio di vent'anni, che viveva nella piccola comunità di Petit-Rechain, vicino a Verviers. Era a casa con la sua ragazza la notte tra il 4 o il 7 aprile 1990 (non riesce a stabilire la data esatta), quando la sua ragazza ha notato per la prima volta l'oggetto tra le 23:00 e le 23:30. mentre portava il cane in cortile. Secondo la dichiarazione di P.M. a Ferryn, fu allertato dalla sua ragazza, uscì e "vide l'oggetto praticamente fermo verso sud-ovest, a circa quarantacinque gradi di elevazione. Consisteva di tre luci rotonde bianche su una superficie triangolare appena percettibile. Al centro c'era una macchia lampeggiante dello stesso colore, o forse un po 'più rossastra delle altre luci. " P.M. ha afferrato la sua macchina fotografica, una Praktica modello BX20 con uno zoom da 55-200 mm e un filtro per lucernario "Cokin" 1A da 52 mm. Ha girato gli ultimi due fotogrammi di un rotolo di pellicola per diapositive a colori Kodak 36-200 ASA. L'UFO si è poi spostato lentamente verso Petit-Rechain, fino a quando è stato nascosto dai tetti del villaggio. L'intero episodio è durato circa cinque minuti.
Il rullino è stato inviato per posta a una casa di sviluppo che offre uno sconto speciale e quando P.M. ricevute le diapositive, ha notato che solo il fotogramma # 35 aveva catturato l'UFO; il fotogramma n. 36 era completamente nero. Ferryn ha stimato che "la foto è stata probabilmente scattata con una distanza focale compresa tra 55 e 200 mm e con un tempo di esposizione compreso tra 1 e 2 secondi". P.M. ha mostrato la foto ai suoi colleghi della fabbrica (tutti in seguito intervistati da Ferryn), ma per il resto non ha fatto nulla per analizzare o commercializzare l'immagine. Uno dei suoi colleghi conosceva un fotoreporter locale di Verviers, Guy Mossay, che ha immediatamente visto il potenziale valore dell'immagine. P.M. ha venduto i diritti delle foto a Mossay per una piccola tassa. Mossay ha quindi proceduto al copyright della SOFAM (la società multimediale belga per gli autori di arti visive).
Gli scettici hanno naturalmente indicato la possibilità di una bufala con motivi di profitto. Tuttavia, in tal caso, perché P.M. vendere i diritti a Mossay per una quota minore? Inoltre, gli hoaxer non forniscono mai diapositive originali o negativi per l'analisi scientifica, come è stato fatto da P.M. Dopo aver verificato il suo background, intervistato conoscenti e così via, Ferryn ha osservato che "il racconto dei principali testimoni era coerente". Il generale De Brouwer ha trascorso un bel po 'di tempo a spiegare i dettagli di questo caso durante la sua conferenza al MUFON, dicendo del testimone che, "questo ragazzo è autentico, è un ragazzo che non fingerebbe affatto, te lo posso assicurare . " Ancora più importante, la foto del Petit-Rechain è stata sottoposta a più analisi scientifiche rispetto a praticamente qualsiasi altra foto di UFO nella storia.
Quando la foto del Petit-Rechain è sovraesposta, il contorno triangolare dell'oggetto appare chiaramente. Credito: © Guy Mossay / SOFAM
L'elenco degli esperti e delle istituzioni che hanno analizzato questa foto include il Prof. Acheroy della Royal Military Academy del Belgio; Il Prof. François Louange, esperto di fotointerpretazione di immagini satellitari per l'agenzia spaziale francese CNES; Il dottor Richard Haines, uno scienziato senior in pensione della NASA e rispettato ricercatore UFO; Istituto reale del patrimonio artistico belga; e André Marion, un fisico nucleare del Centro nazionale francese per la ricerca scientifica (CNRS), che ha condotto un'analisi nel 2002 con una tecnologia migliorata. I dettagli tecnici di queste analisi sono troppo numerosi per questo articolo, ma basti dire che non sono mai state trovate prove di inganno fotografico. Inoltre, di diversi tentativi di duplicare la foto utilizzando un modello triangolare di cartone scuro con fori e lampadine, solo uno realizzato dai membri dell'Istituto di astrofisica dell'Università di Liegi somigliava in qualche modo alla foto del Petit-Rechain. Ma la luminosità delle macchie nella replica era uniforme, mentre quelle nell'originale mostravano forme ed effetti spettrali differenti. Il più recente studio del CNRS del Dr. Marion ha confermato l'analisi precedente e ha trovato, come affermato dal Gen. De Brouwer, un "alone attorno al velivolo con struttura modellata", che potrebbe essere stato causato dal "sistema di propulsione" dell'oggetto di "magnetoplasma". dinamico." Marion ha anche affermato che "sarebbe estremamente difficile falsificare una fotografia del genere".
Alla fine, è quasi impossibile garantire l'autenticità di un'immagine di UFO. Ci sarà sempre una divergenza di opinioni, ma il verdetto nel caso Petit-Rechain appare molto favorevole. UFO triangolari sono stati avvistati in tutto il Belgio all'inizio degli anni '90. Sono state scattate dozzine di video sfocati e foto sgranate, ma generalmente non erano impressionanti. Petit-Rechain è stata la grande eccezione.
Nota: dalla stesura di questo articolo, la foto si è rivelata una bufala ammessa.
NESSUNA PROVA DI AEROMOBILE SEGRETO
A causa dell'elevata credibilità della maggior parte dei testimoni dell'onda belga e delle loro descrizioni di un velivolo triangolare silenzioso così preciso, cercare di spiegare l'onda in termini di bufale, fenomeni naturali erroneamente identificati o aerei convenzionali sembrava inutile. Pertanto, un certo numero di scettici e giornalisti dell'aviazione si sono concentrati sul tentativo di dimostrare l'ipotesi di aerei segreti statunitensi che volano sul Belgio. Sono stati proposti una serie di candidati, dall'Airborne Warning and Control System (AWACS) ai dirigibili segreti, dal caccia stealth F-117A ad altri rivoluzionari velivoli militari segreti statunitensi come il presunto TR-3A Black Manta. Innanzitutto, devi riflettere sul motivo per cui gli Stati Uniti dovrebbero condurre test dei loro aerei più segreti in un'area così popolata come la Vallonia, che non è solo un alleato degli Stati Uniti, ma anche il quartier generale dell'alleanza NATO. Il generale De Brouwer lo ha detto senza mezzi termini in un'intervista del 1991 alla rivista francese OVNI Présence: “Perché gli americani dovrebbero condurre test qui in Europa, senza permesso e con il rischio di avere un incidente che potrebbe creare un incidente diplomatico su scala globale ? Ciò non riguarda solo il Belgio, ma la NATO, dove il suo stesso concetto potrebbe essere messo in discussione. Non credo che gli americani possano correre un tale rischio, è evidente. "
Il maggiore generale (in pensione) Wilfried De Brouwer, che era l'uomo di punta della Royal Belgian Air Force per l'onda UFO, durante il suo viaggio a Washington, DC per partecipare all'evento del National Press Club nel 2007. Crediti: Bernard Thouanel
Guy Coeme e Leo Delcroix, i due ministri della Difesa belgi durante l'ondata, hanno negato enfaticamente la teoria che gli UFO fossero in realtà aerei statunitensi e hanno basato la loro smentita su indagini ufficiali con l'ambasciata degli Stati Uniti a Bruxelles. In una lettera del 1993 al ricercatore francese Renaud Marhic, il ministro Delcroix scrisse: “Sfortunatamente, fino ad oggi non è stata trovata alcuna spiegazione. La natura e l'origine del fenomeno rimangono sconosciute. Una teoria può, tuttavia, essere definitivamente accantonata poiché le forze armate belghe sono state positivamente assicurate dalle autorità americane che non c'è mai stato alcun tipo di volo di prova aereo americano ". Un documento declassificato del 1990 della US Defense Intelligence Agency (DIA) intitolato "Il Belgio e la questione degli UFO", sostiene la posizione di Delcroix. Dopo aver descritto gli eventi di base dell'ondata che si erano verificati fino a quel momento, il funzionario statunitense senza nome ha scritto proprio alla fine di questo memo: "The [U.S. L'aeronautica militare (USAF)] ha confermato all '[aeronautica belga] e al [ministero della Difesa belga] che nessun aereo stealth USAF stava operando nell'area delle Ardenne durante i periodi in questione. Questo è stato rilasciato alla stampa belga e ha ricevuto ampia diffusione ".
Sono trascorsi trent'anni dall'ondata UFO belga e non sono state prodotte nuove prove significative per dimostrare che gli avvistamenti siano stati causati da aerei militari segreti. I casi segnalati rimangono inspiegabili. Sembra certo che qualcosa di massiccio e tecnologicamente avanzato abbia volato sul territorio belga durante il periodo 1989-93. Perché e chi c'era dietro sono domande a cui resta una risposta. Un'opportuna conclusione, per ora, è ripetere quanto ha scritto il Gen. De Brouwer alla fine del suo famoso postface al primo volume del SOBEPS: “Verrà senza dubbio il giorno in cui il fenomeno sarà osservato con mezzi tecnologici di rilevazione e raccolta che ha vinto non lasciare un solo dubbio sulla sua origine. Questo dovrebbe sollevare una parte del velo che ha coperto il mistero per molto tempo. Un mistero che continua così presente. Ma esiste, è reale e questa di per sé è una conclusione importante ".
L'autore (a sinistra) con il presidente della SOBEPS Lucien Clerebaut presso la sede della Società a Bruxelles nel 1995. La mappa sullo sfondo mostra i luoghi degli avvistamenti in Belgio. Credito: Antonio Huneeus
Una versione di questo articolo è apparsa originariamente nel numero 5 (dicembre / gennaio 2011) di Open Minds UFO Magazine. I problemi arretrati possono essere trovati qui.
Post popolari: La scomparsa della foto di UFO "più spettacolare" del Regno Unito Presunte foto di UFO su China Lake analizzate Documentario Bob Lazar Area 51 narrato da Mickey Rourke Questo è classificato: esporre la tecnologia Silver Bullet Mistero nel sud-ovest: uno sguardo all'interno del famigerato Bradshaw Ranch Incontro UFO in Alabama La FAA rilascia dati audio e radar di un incontro UFO con più piloti sulla California e sull'Oregon, i jet sono stati lanciati Robert Powell - USS Nimitz UFO Encounter - 24 ottobre 2017 Un testimone della Florida riporta un UFO rettangolare vicino a Tampa Bay Documentario di Bob Lazar Sneak Peak
CondividiSalva Precedente: Open Minds UFO Radio Newscast - 21/8/2020 - Ospite speciale: Martin Willis Il prossimo: Open Minds UFO Radio Newscast - 8/28/2020 - Ospite speciale: Douglas Smythe SU ANTONIO HUNEEUS
Il reporter investigativo di Open Minds J. Antonio Huneeus ha coperto il campo degli UFO da una prospettiva internazionale per oltre 30 anni. I suoi articoli sono apparsi in dozzine di pubblicazioni negli Stati Uniti, America Latina, Europa e Giappone. È stato anche co-autore del "Documento informativo sugli UFO - La migliore prova disponibile", finanziato da Laurance Rockefeller, e ha curato il libro "Guida allo studio sugli UFO, fenomeni psichici e paranormali nell'URSS". Huneeus ha studiato francese all'Università Sorbona di Parigi e giornalismo all'Università del Cile a Santiago negli anni '70. Ha tenuto conferenze in dozzine di Conferenze UFO in tutto il mondo ed è stato intervistato da molti media tra cui The Washington Post, Sy-Fy e History Channel, Nippon-TV, ecc. Ha ricevuto il premio "Ufologist of the Year" al National UFO Conference a Miami Beach nel 1990 e il premio "Courage in Journalism" alla X-Conference di Gaithersburg, nel Maryland, nel 2007.
ARTICOLI CORRELATI
Da qualche parte nei cieli: una giovane voce di verità 4 settembre 2020
Rapporto Rojas - Presentazione: Astronomi e UFO 29 agosto 2020
Open Minds UFO Radio Newscast - 8/28/2020 - Ospite speciale: Douglas Smythe 29 agosto 2020
LASCIA UN COMMENTO L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *
Nome *
E-mail *
Sito web
sette × quattro =
Posta un commento CONGRESSO INTERNAZIONALE UFO 2020 L'evento di quest'anno è online al 100%! 8-13 SETTEMBRE 2020.
Alejandro Rojas di OpenMinds.tv è il maestro di cerimonie di quest'anno!
Dai un'occhiata all'incredibile lineup di relatori e REGISTRATI ORA SU UFOCongress.com!
RISPARMIA $ 35 sui pass di più giorni! Usa il codice: SAVE35 al momento del pagamento!
PATREON Iscriviti a contenuti Premium ESCLUSIVI:
ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE
DIVENTA MEMBRO YOUTUBE Diventa un membro di OpenMindsTV YouTube per accedere a contenuti esclusivi. Leggi di più.
SOCIALE
OTTIENI PRODOTTI A MARCHIO OPENMINDS.TV
ANNUNCIO PUBBLICITARIO
GUARDA I VIDEO SU RICHIESTA
DVD ESCLUSIVI
ANNUNCIO PUBBLICITARIO
© Copyright 2020 Open Minds Production, LLC, Tutti i diritti riservati.
submitted by SamueleDelPapa to u/SamueleDelPapa